giovedì 14 aprile 2011

Pensiero.

"Qual'è il miglior finale di tutta la letteratura?"
"Facile. L’educazione sentimentale di Flaubert."
"Come finisce?"
"In nessun modo. Solo due amici che ricordano la cosa più bella che non gli è mai accaduta."
"Come si ricorda qualcosa che non è mai accaduto?"
"Teneramente. Flaubert credeva che la forma di piacere più pura fosse l’aspettativa, e anche la più attendibile. E che mentre quello che succede finisce immancabilmente per deluderti, ciò che non ti è mai successo non muore mai, non scompare, rimane sempre inciso nel tuo cuore come…" 

"...Come una dolce malinconia." 

8 commenti:

Scix ha detto...

mamma che bello..è vero devo smetterla di crearmi aspettative...

Eva Q ha detto...

Molte volte ho rimuginato su situazioni che non hanno avuto una conclusione e molte volte mi sono rattristata per questo pensando che poteva essere bello...ma se bello non fosse stato?
Forse ha ragione Flaubert,ma il non saperlo mi fa andare ai pazzi ;)

pa ha detto...

ha ragione flaubert, assolutamente. l'ho provato sulla mia pelle una quindicina di anni fa in maniera plateale e soltanto adesso, quindici anni dopo, ringrazio che sia andata così perchè il ricordo di ciò che poteva essere rimarrà intatto e scintillante per sempre.

rossella ha detto...

a me il finale che piace da morire è quello del Conte di Montecristo.

cito a memoria : tutta l'umana saggezza sta nelle due parole aspetta e spera"

no, dico, ci volevano più di 1000 pagine?????

^___*

baciotti

L'inverno di June ha detto...

concetto essenziale della mia vita..!!!ci credo profondamente!!

Navigo a Vista ha detto...

spettacolo. Sono io. Tristemente incompiuta.

`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`··.Giusy.·`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`· ha detto...

Sei divinamente unica!
Un caro abbraccio...:)

Artemisia1984 ha detto...

cit. '' l'attesa del piacere è essa stessa piacere'' ..
Più grande è l'attesa..più amara è la delusione di scoprire..che era meglio l'attesa!!!